La leggenda dello skate Mark Gonzales ricrea una performance artistica degli anni '90 in questo nuovo film

La leggenda dello skate Mark Gonzales ricrea una performance artistica degli anni '90 in questo nuovo film

Molto prima che i ragazzi del Palace riunissero il loro Wayward Boys Choir e le ragazze della Skate Kitchen si avventurassero sui marciapiedi di New York, Mark Gonzales stava aprendo una pista per una nuova generazione di pattinatori a venire. Prendendo il suo skateboard dalle rampe e fuori per le strade delle città di tutto il mondo, Gonz - come è meglio conosciuto - è una delle figure più venerate della scena, fondendo la performance art con ollie e kickflip e portando il pattinaggio a un pubblico più ampio nel corso degli ultimi 30 anni.



Quest'anno ricorre il 20 ° anniversario di una performance d'avanguardia che Gonzales ha presentato con Johannes Wohnseifer in Germania, come catturato dal regista Cheryl Dunn e documentato in breve Back Worlds For Words, accanto a filmati di lui che colpisce i marciapiedi di New York. Secondo Gonzales, il progetto è stato casuale e ha seguito un incontro casuale con Dunn.

Andavo a lezioni di danza classica, il che è stato piuttosto interessante perché mi ha aiutato molto a pattinare in termini di posizionamento dei piedi e preparazione per trucchi e cose del genere - Mark Gonzales

Ho incontrato Cheryl a New York a metà degli anni '90, spiega. Era appesa ai gradini di dove si trova ora Equinox, all'angolo tra Spring e Prince Street. Stavo lasciando la casa della mia amica Harmony Korine, che era proprio lì al 68 di Prince, e ho appena iniziato a parlarle. I due sono diventati amici, con Dunn - che è nota per la sua documentazione grintosa e lo-fi di giovani e sottoculture - spesso seguendo Gonzales e sparandogli mentre pattinava negli anni che seguirono.



La performance stessa è avvenuta in modo sorprendente, secondo Gonzales. Stavo andando a lezioni di danza classica, il che è stato piuttosto interessante perché mi ha aiutato molto a pattinare in termini di posizionamento dei piedi e preparazione per trucchi e cose del genere, dice. Ma più di questo, ho avuto questa forte sensazione di come tutto venga da zero. Molte persone che imparano gli street ollies per la prima volta cercano di saltare e far salire la tavola, ma è il contrario. Devi spingere forte verso il basso sulla tavola per tornare indietro, è un ballo semplice. Volevo mostrare una sorta di fluidità e grazia con Back Worlds for Words .

La colonna sonora del film è un pezzo di parole, composto anche da Gonzales. Stavo leggendo in una scuola mentre eravamo in Germania, a Colonia, dal mio libro Poesie spezzate, lui spiega. Era divertente perché ero una persona che non sopportava la scuola e stavo leggendo un libro. In seguito però, quando ho finito, sono saltato giù dal palco senza sapere veramente quanto fosse grande il dislivello dall'altra parte. Penso che abbia colto i ragazzi alla sprovvista e hanno capito di cosa si trattava a quel punto.

Ora, per celebrare l'anniversario del film, è stato rilasciato un nuovo montaggio, in quanto lo skater ha ricreato la sua performance originale ai Milk Studios di New York. Tagliato con clip della versione del 1998, il corto annuncia anche l'uscita di una nuova sneaker, progettata in collaborazione con adidas Skateboarding, con cui lavora da 20 anni. Il Aloha Super fa cenno alle radici dello skate nel surf, con pannelli realizzati con il materiale utilizzato nelle tute da scherma - un riferimento al costume che Gonzales indossava come parte dell'opera d'arte.



Penso che il pattinaggio potrebbe diventare più estremo. Vedo la prossima generazione che combina velocità elevate in ciò che stanno facendo ora. Fare cose ad altissima velocità, è quasi incredibile e probabilmente pericoloso per la vita. Vorrei che i miei figli pattinassero? Non proprio - Mark Gonzales

Alla domanda su come sia cambiato il pattinaggio dall'uscita del film, Gonzales spiega che secondo lui le persone sono molto più aperte ad esso. Lo vedo ancora come uno sport ribelle e una forma d'arte, dice, ma le persone sono molto più disposte a dargli una possibilità. Penso che il pattinaggio potrebbe diventare più estremo. Riesco a vedere la prossima generazione che combina alte velocità in quello che stanno facendo ora, il che significherebbe chiudere le strade in modo che le persone che stanno in giro non si facciano male. Fare cose ad altissima velocità, è quasi incredibile e probabilmente pericoloso per la vita. Vorrei che i miei figli pattinassero? Non proprio. Ma ovviamente, probabilmente mi disobbediranno. Vedremo.

Guarda il film originale del 1998 qui sotto e il taglio del 2018 sopra. L'Aloha Super uscirà online e nei negozi il 18 agosto.